DSC_0343_edited.jpg

BULLISMO? NO GRAZIE!

“Il potente sfonda, il piccolo s'infiltra, l'alto salta, il guizzante corre. In una squadra di rugby c'è posto per tutti.”

cit. Luciano Ravagnani

LA PRIMA REGOLA DEL RUGBY

Nel rugby, prima del sostegno e prima del placcaggio, prima della maul e della ruck, prima di ogni drop, c’è una regola non scritta da cui derivano tutte le altre: il rispetto.
Questo è il nostro manifesto che tutti si impegnano a seguire.

GIUSTIZIA

Il bullismo non è ammesso, chi lo compie verrà espulso dal Rugby Lecco.
Non sentitevi in colpa se chiedete aiuto ai grandi: non state facendo la spia, state difendendo un vostro diritto.

DIVERTIMENTO PER TUTTI

Ridere e scherzare va bene, ma solo se si divertono tutti: evitiamo di prendere in giro, insultare ed umiliare le altre persone.

NIENTE VIOLENZA

Si discute evitando di picchiarsi, darsi spintoni, calci o pugni.

SOLIDARIETA'

Se vediamo che qualcuno sta subendo una prepotenza, andiamo a chiedere aiuto all’allenatore, ad un genitore o ad un grande: questo si chiama SOSTEGNO, uno dei principi del nostro sport.

GRUPPO

Quando facciamo le cose in gruppo, ci assicuriamo che tutti vengano coinvolti e che nessuno sia escluso.